Progetto Casa Italia

IN FASE DI COSTRUZIONE

Dopo oltre 30 anni dal disastro nucleare di Cernobyl numerose famiglie Bielorusse continuano, ancora oggi, a vivere nelle zone contaminate. I bambini sono i più esposti alle radiazioni che, assorbite attraverso l’aria e il cibo, provocano gravi malattie. Al problema sanitario si uniscono il disagio sociale, l’abbandono, la disaggregazione familiare in cui vivono i bambini. L’Accoglienza in Italia, non si limita a migliorare lo stato di salute dei piccoli, ma consente loro di sperimentare una nuova visione degli aspetti relazionali e di ricevere stimoli per la crescita, ma tutto questo non bastava.
Con le stesse finalità il progetto Casa Italia, dedicato ai bambini che non possono venire in Italia, si svolgerà in Bielorussia, lontano dall’area contaminata. Accolti nella struttura per un essenziale ciclo di cure e risanamento, i bambini vivranno una significativa esperienza relazionale nell’incontro e nello scambio con i gruppi di studenti italiani volontari.